Home page Planetmountain.com

arrowNewsarrowNo Fear sul Nameless Tower, nuova via russa nel Trango

No Fear (6b+, A3, 1120m), Nameless Tower, gruppo del Trango, Karakorum, Pakistan
Photo by Alexander Yurkin

No Fear sul Nameless Tower, nuova via russa nel Trango

16.09.2011 di Planetmountain

Nel mese di agosto 2011 una spedizione russa composta da ha aperto No Fear (6b+, A3, 1120m) sulla Nameless Tower, gruppo del Trango, Karakorum, Pakistan.

Una spedizione russa composta da Viktor Volodin, Dmitriy Golovchenko, Sergey Nilov e Alexander Yurkin, ha aperto una nuova via sulla parete Nord Ovest del Trango Tower, anche chiamata Nameless Tower.

Gli alpinisti di Mosca hanno aperto la loro linea – la prima russa su questa montagna – in 10 giorni totali salendo una via di 1120m con difficoltà fino al 6b+, A3. Incontrando principalmente strapiombi e grandi diedri nella parte bassa e centrale della parete, hanno attrezzato tre campi e usato corde fisse durante la salite. Le condizioni meteo sono state buone per i primi 5 giorni, ma poi il tempo è peggiorato. Così il 12 agosto la salita in cima è stata accompagnata da una nevicata. Dopo la vetta gli alpinisti sono scesi al Campo 3, e il giorno successivo si sono calati fino al campo base avanzato.

Mentre questi quattro erano impegnati ad aprire No Fear, altri due membri del spedizione - Denis Saveliev e Georgiy Kozlov – hanno ripetuto la bella e difficile via slovena sulla parete ovest. In questo caso si tratta dei 900m aperti nel 1987 da Slavko Cankar, Francek Knez e Bojan Srot, e poi liberati con difficoltà fino a 7a+ da Kurt Albert, Wolfgang Güllich e Hartmut Münchenbach. Correva l'anno 1987 e da quella via i tedeschi hanno individuato una linea che sarebbe poi diventata una delle più famose ed ambite al mondo, Eternal Flame.


Nameless Tower
Nameless Tower, anche conosciuta semplicemente come Trango Tower, è stata salita per la prima volta nel 1976 dagli inglesi Joe Brown, Mo Anthoine, Martin Boysen e Malcolm Howells dopo un epico tentativo fallito l'anno precedente. Mo Anthoine e Martin Boysen hanno raggiunto la cima l' 8 luglio mentre Joe Brown e Malcolm Howells sono riusciti a sbucare in vetta con tempo inclemente il giorno successivo. La via dei Britannici era stata gradata VI, 5.10 A2, 1100m con circa 80% dell'arrampicata effettuata in libera - all'epoca questa salita conteneva tratti in libera con difficoltà mai prima superate in alta quota. La torre è stata salita per la seconda volta 11 anni più tardi da un team Yugoslavo, diretta da Slavko Cankar.

Condividi questo articolo

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
Ultimi commenti Rock
  • La beffa
    Portare Camalot dal 0.3 fino al #1, anche qualche stopper. L ...
    2014-07-18 / Luciano Calvelo
  • Spigolo Ovest - Wiessner - Kees
    Percorsa nel 1978, ma la ricordo perfettamente. Via all'alte ...
    2014-07-13 / renzo%20 Bragantini
  • Spigolo Nord Ovest
    Ripetuta qualche anno fa. Salita magnifica in ambiente stupe ...
    2014-07-12 / renzo%20 Bragantini
  • Spitagoras
    Bella via su roccia da buona ad ottima. Chiodatura da via al ...
    2014-07-07 / Niccol%C3%B2 Antonello