Home page Planetmountain.com

arrowNewsarrowDave Macleod libera The Long Hope Route su Hoy

Dave Macleod durante la prima libera di The Long Hope Route a St John's Head, Orkneys, Scozia
Photo by LW Images
Dave Macleod a St John's Head, Orkneys, Scozia
Photo by archive Dave Macleod
INFO / links & info:

Dave Macleod libera The Long Hope Route su Hoy

22.06.2011 di Planetmountain

Il climber scozzese Dave Macleod ha liberato la via di più tiri The Long Hope Route situata a St John's Head nell'isola di Hoy, arcipelago delle Orcadi, Scozia.

41 anni. È questo il tempo che la famosa via The Long Hope Route sull'isola di Hoy ha dovuto aspettare prima di essere liberata. A compiere l'impresa in questo che è il luogo più a nord della Scozia, è stato come sempre lui: Dave Macleod.

L'enorme via, sulla fragile arenaria di St John's Head - la scogliera più alta della Gran Bretagna - era stata aperta nel 1970 dai talentuosi Ed Drummond e Oliver Hill. Nel 1997 era stata ripetuta per la prima volta da John Arran e Dave Turnbull, ma questi due hanno evitato le difficoltà principali, una fessura sulla ripida headwall finale aperta in artificiale e gradata A2.

Due estati fa Macleod ha preso di mira la via e ne ha lavorato soprattutto la sezione finale che presenta arrampicata attorno al 8b/8b+ francese (da proteggere con nuts e friends) e soprattutto dopo circa 400m di arrampicata impegnativa. La scorsa settimana ci ha detto: "La linea originale è stata aperta in 7 giorni, con 23 tiri e con l'ausilio dell'artificiale. La versione in libera di John Arran e Dave Turnbull ha girato attorno al tiro chiave, anch'essa di 23 tiri e gradata E7 6c. Realizzata in quattro giorni dal basso. Due giorni fino al punto più alto, poi sono tornati e scesi in doppia per salire gli ultimi quattro tiri. Il mio progetto è di salire la via in giornata, con 8 lunghi tiri da 60/70 metri. Il tutto con l'attrezzatura rigorosamente trad, senza altre protezioni sulla via."

Sentendosi in forma Macleod è tornato recentemente a lavorare la via e ieri, dopo aver aspettato la fine del maltempo, è arrivato un sms: "Ho dato tutto, ho chiuso il progetto" confermando la prima libera insieme a Andy Turner.

Sul suo blog Macleod ha scritto "La maggior parte delle vie difficili di più tiri di 8b o superiore sono protette con spit, con chiodi oppure hanno un misto di trad e spit dove non si può fare altrimenti. La mia idea era di fare una super via difficile, lunga, audace, friabile e difficile da salire in giornata - nello stile più puro possibile. Ed è questo il senso dell'arrampicata sulle scogliere della Scozia."

Condividi questo articolo

Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Via Paola
    ripetuta per la quarta volta, mi sento di proporre questi gr ...
    2014-09-01 / Niccol%C3%B2 Antonello
  • Chimera Verticale
    Ripetuta il 29 agosto 2014 con Martin Dejori. Bellissima via ...
    2014-08-30 / Alex Walpoth
  • Costantini - Apollonio
    Caro Checco, gli spit sono rispuntati, qualcuno in sosta, qu ...
    2014-08-29 / Angelo Bon
  • Diretta Consiglio
    Salita tanti anni fa, nel 1969, ovviamente senza friend (che ...
    2014-08-18 / renzo%20 Bragantini