Home page Planetmountain.com

arrowNewsarrowChris Sharma, l'energia di Biographie.

Chris Sharma su Biographie a Ceuse, Francia.
Chris Sharma su Biographie a Ceuse, Francia.
Photo by Roberto Fioravanti
La grande e 'alta' parete di Ceüse, Haute Alpes, Francia. Magnifica falesia con un calcare fatto apposta per arrampicare.
La grande e 'alta' parete di Ceüse, Haute Alpes, Francia. Magnifica falesia con un calcare fatto apposta per arrampicare.
Photo by Planetmountain.com

Chris Sharma, l'energia di Biographie.

20.09.2001 di Roberto Fioravanti

Tre anni di tentivi, salire alla falesia, infilare le scarpette, accendere un incenso, la magnesite alle mani e partire per un altro tentativo... Chris Sharma ora ha realizzato il suo sogno su Biographie - Realization a Ceuse.

Allora Chris, ce l’hai fatta!
Si, è stato bello, sono molto felice, è stata dura, durissima. Ora posso partire soddisfatto, veramente soddisfatto, anche se già so che questa condizione durerà poco. Come ogni soddisfazione anche questa non può che essere passeggera, la vera felicità io la cercherò altrove.

Ma vuoi descriverci bene come è andata la giornata, vuoi raccontare come sono andate le cose?
Al mattino era brutto, piovigginava ed era molto freddo, all’inizio non volevo nemmeno partire, ho aspettato un paio d’ore, poi mi sono detto, “andiamo a fare un giro, andiamo a vedere.” Così siamo saliti, piano piano, verso la falesia, gocciolava ancora. Sono salito con tutti gli amici che in questi giorni sono con me, presto il cielo si è aperto, ha smesso di piovere e si è alzata un po’ di aria che ha asciugato la roccia.
Abbiamo cominciato a scaldarci, la roccia era ancora umida, ma si è asciugata completamente quando oramai mi sentivo a posto per un tentativo.

Come era l’atmosfera in quel momento ai piedi della falesia?
C’era un’aria veramente magica. Una specie di elettricità nell’aria, una energia incredibile, qualcosa di sottile e di potente al tempo stesso. L’avvertivo, molto potente, molto forte. Mi sentivo estremamente a mio agio anche per la scarsità di persone presenti, infatti vista la pioggia del mattino eravamo in pochissimi ad essere saliti ai piedi della falesia. Anche questo mi ha dato una grandissima forza, una pace interiore che mi ha aiutato nel mio intento.

Sono contento se ci sono persone che assistono alle mie arrampicate incitandomi e partecipando emotivamente alle mie prestazioni.
Queste persone mi danno un sostegno prezioso, il loro supporto, i loro incitamenti si diffondono nell’aria, mi raggiungono e mi infondono forza, non è sempre così, talvolta queste incitazioni si trasformano in una specie di ansia della prestazione che si riflette su di me.

Inoltre con “Biographie” la situazione era un po’ diversa, questa via mi ha veramente messo di fronte a me stesso, le mie debolezze, le mie forze. A un certo punto mi sono reso conto che la via era dentro di me, che avevo la forza e la padronanza dei miei movimenti, ho dovuto fare un lavoro più profondo, su me stesso, dentro di me.

Cosa intendi, come hai affrontato questo aspetto? Come ti sei preparato concretamente?
Ho fatto degli esercizi di rilassamento, e di meditazione, visualizzando i movimenti della via uno ad uno, ripercorrendola immobile e concentrandomi sulle mie emozioni. Questi esercizi mi hanno aiutato moltissimo. Mia madre mi ha insegnato ad impostare gli esercizi di autoipnosi. Salire la via è stato un po’ come stare in una “dimensione parallela”, i movimenti si seguivano con una precisione limpida. Poi tutto è successo così velocemente...

Accidenti un percorso lungo...
Si, una sessantina di movimenti, oramai la sequenza dei movimenti era ben memorizzata per la prima parte della via e anche per la seconda, si trattava di vincere il blocco, una specie di nodo, che mi veniva ogni volta che arrivavo al chiave. Grazie alla meditazione e alla visualizzazione sono riuscito a superare il blocco.

Condividi questo articolo

Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Diretta Consiglio
    Salita tanti anni fa, nel 1969, ovviamente senza friend (che ...
    2014-08-18 / renzo%20 Bragantini
  • Welcome to Tijuana
    Ieri sabato 02 agosto, io e il mio compagno Aldo Mazzotti, s ...
    2014-08-03 / Gianni Canale
  • Icterus
    Qualcuno ha qualche informazione sulla via sportiva Mr Berna ...
    2014-08-02 / Michele Marchesoni
  • La beffa
    Portare Camalot dal 0.3 fino al #1, anche qualche stopper. L ...
    2014-07-18 / Luciano Calvelo