Home page Planetmountain.com

arrowNewsarrowSherpa Chhewang Nima, senza esito le ricerche sul Baruntse

La parete nord del Baruntse
Photo by arch. Simone Moro
INFO / links & info:

Sherpa Chhewang Nima, senza esito le ricerche sul Baruntse

26.10.2010 di Planetmountain

Si sono concluse ieri, purtroppo senza successo, le ricerche per Chhewang Nima Sherpa, lo Sherpa travolto il 23 Ottobre da una valanga sul Baruntse (7129m). Era considerato uno dei massimi esperti dell'alpinismo himalayano.

Sono praticamene svanite le speranze di ritrovare in vita Sherpa Chhewang Nima, lo Sherpa Nepalese che, alle 16.00 di sabato scorso, è stato investito da una valanga mentre, nel tratto sottostante la vetta della parete nord del Baruntse, stava fissando delle corde fisse per consentire la salita di alcuni alpinisti di una spedizione commerciale internazionale. Da una prima ricostruzione sembra che dalla cresta finale si sia staccata un placca di neve molto spessa che ha coinvolto solo lo sfortunato Chhewang Nima Sherpa.

Immediatamente sono stati attivati i soccorsi ma si teme che il 43enne alpinista nepalese sia stato trascinato dalla valanga lungo la parete nordest. Un elicottero inviato per i soccorsi ha dovuto rientrare a causa del brutto tempo. Sembra anche che un volo sia stato effettuato con fortissimo vento fino a quota 6.700m e che siano stati individuati 5 distacchi di valanga molto consistenti.

Jiban Ghimire, il direttore dell'organizzazione Sherpa Shangri-La Treks per cui lavorava Nima, ha dichiarato ieri alla BBC che la ricerca "è stata abbandonata perché non c'è nessuna speranza di trovare il corpo."

Chhewang Nima Sherpa era uno dei veterani dell'alpinismo himalayano, tanto che contava ben 19 salite alla cima dell'Everest. Lascia due figlie.


Il Baruntse, 7129m, è situato nella catena di montagne che separa il massiccio dell’Everest dalla regione del Makalu. Il Baruntse è noto a chiunque sia stato nel bacino superiore dell’Hongu dove domina la testata della valle torreggiando sul passo dell’Amphu Labsta dal quale appare ripido e inaccessibile. E’ anche una delle spettacolari cime che si vedono dalla vetta dell’Island Peak. La prima ascensione la si deve a Edmund Hillary e a un gruppo anglo-neozelandese nel 1954, l’anno successivo alla prima ascensione dell’Everest, salirono la montagna lungo la cresta sud-est che raggiunsero dal versante est (Makalu).

Condividi questo articolo

Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Tovaric
    Via stupenda, gradi stretti e numerosi passaggi obbligatori, ...
    2013-12-16 / MICHELE LUCCHINI
  • Don Quixote
    Che dire di questa stupenda via......quando l'ho ripetuta er ...
    2013-12-01 / moreno rossini
  • Re Artù
    semplicemente fantastica,da divertirsi andate a farla. solo ...
    2013-11-24 / moreno rossini
  • La Salvana
    bella via di media difficoltá con in realtá pochi spit ma ...
    2013-09-28 / Armin Craffonara