Home page Planetmountain.com

arrowNewsarrowFrana nella Hunza Valley, Pakistan

Vista del Hunza river Gorge dalla frana.
Photo by Pamir Times
INFO / links & info:

Frana nella Hunza Valley, Pakistan

10.01.2010 di Planetmountain

Giunge attraverso Simone Moro e il suo tour operator in Pakistan la terribile notizia di una frana che ha colpito la zona attorno al villaggio di Attabad nella Hunza Valley, causando morti, rompendo il collegamenti via terra ed isolando circa 22000 persone. Pubblichiamo di seguito l'email di Sultan Khan del agenzia Nazir Sabir.

"Forse avete già ricevuto la notizia della frana ad Attabad (Hunza Valley), che secondo le ultime stime aggiornate ha causato più di 50 morti e devastato la vita di centinaia di persone che vivono nei quattro villaggi vicini. Finora 15 corpi, tra cui sette bambini e quattro donne, sono stati recuperati dalle maceriee insieme a dozzine di feriti.

Lunedì scorso la frana ha travolto 40 case di due villaggi, tra cui il villaggio di Attabad, con  decine di persone dentro trascinandole tra le acque impetuose dell' Hunza River. Le autorità hanno dichiarato lo stato di emergenza, ma dopo quattro giorni le speranze di trovare eventuali superstiti si stanno esaurendo. Circa 1500 persone sono state costrette a lasciare le loro case e a trovare rifugio nei villaggi vicini, per le crepe enormi e i danni causati dalle scosse del disastro

In aggiunta a questa tragedia umana, l'enorme frana ha completamente bloccato l'Hunza River, creando una diga artificiale. Questa frana ha danneggiato anche due chilometri della Karakoram Highway a causa dei detriti che si sono scaricati al di là del fiume, bloccando completamente ogni accesso via terra alla parte settentrionale del territorio Hunza noto anche come Gojal.

Oltre 22.000 persone nei remoti villaggi del territorio Hunza è a corto di viveri e la gente è alla mercé del ponte aereo per viveri, medicinali e altri materiali. Questo finché la Karakorum Highway non verrà riaperta, un ripristino che potrà richiedere più di sei mesi almeno. Come non bastasse c'è ancora un pericolo maggiore per i villaggi vicini e le zone a valle della diga: le inondazioni causate dall'eventuale straripamento del fiume.

Nella storia recente della valle di Hunza o ovunque nel Gilgit Baltistan non c'è mai stata una così terribile catastrofe.

Siamo stati informati che per i superstiti esiste una grave carenza di coperte, letti, tende, medicinali e viveri. La sfida più grande al momento è portare cibo, medicinali e altre forniture di carburante per le 22.000 persone dell'alto Hunza (Gojal) che sono le vittime indirette della catastrofe ma che rischiano di essere tagliate fuori dal resto del paese per molti mesi a venire.

Le agenzie governative, Aga Khan Foundation, Focus e poche altre ONG sono già in azione e noi stiamo valutando la situazione ulteriormente. Qualsiasi contributo a questa causa sarà molto apprezzato. Cercheremo di fornirvi i dettagli per gli aiuti, i soccorsi e le donazioni, mano a mano che riceveremo le richieste."

Sultan Khan, l'agenzia Nazir Sabir

Condividi questo articolo

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Rataplan
    Ripetizione del 20.09.2014L1 6c bella fessura non banale pe ...
    2014-09-23 / oscar meloni
  • Via Paola
    ripetuta per la quarta volta, mi sento di proporre questi gr ...
    2014-09-01 / Niccol%C3%B2 Antonello
  • Chimera Verticale
    Ripetuta il 29 agosto 2014 con Martin Dejori. Bellissima via ...
    2014-08-30 / Alex Walpoth
  • Costantini - Apollonio
    Caro Checco, gli spit sono rispuntati, qualcuno in sosta, qu ...
    2014-08-29 / Angelo Bon