Home page Planetmountain.com

arrowNewsarrowGuy Lacelle

Guy Lacelle
Photo by archive Arc'Teryx
PORTFOLIO / gallery Portfolio: Guy Lacelle

Guy Lacelle

14.12.2009 di Ian Parnell

Guy Lacelle, ice climber candese, uno dei migliori al mondo, giovedì scorso è stato travolto da una valanga nel Hyalite Canyon, Montana, Canada.L'alpinista. Il ricordo del giornalista britannico Ian Parnell.

La settimana scorsa il mio cuore è precipitato. Guy Lacelle, il guru canadese dell'arrampicata su ghiaccio, è morto sotto una valanga durante il Bozeman Ice Climbing Festival. Nel corso degli anni Avevo incontrato Guy nel circuito dei festival e ho avuto il privilegio di condividere una corda con lui per un paio di giorni nella regione di Canmore. La sua abilità come ghiacciatore era veramente da leggenda. A 54 anni, aveva collezionato una lista incredibile di prime salite e prime ripetizioni su ogni tipo di via di ghiaccio al top. Straordinariamente molte le aveva salite da solo, senza corda. Se pensate ad una via di ghiaccio di livello mondiale, è molto probabile che sia stata salita in solitaria da Guy, come èper esempio Hydenfossen, La Pomme D'Or e The French Maid. Tutte vie di sesto grado su ghiaccio.

Guy lavorava spesso per tutta l'estate a piantare alberi per poter arrampicare per 60-80 giorni ogni inverno. Ho arrampicato con lui all'inizio di una delle sue grandi stagioni ed ho potuto notare come il suo approccio fosse molto calmo e prudente. Voleva costruire una base di vie di media difficoltà ben al di sotto delle sue capacità, per affinare il suo "fiuto" per il ghiaccio Guy mi ricordava un maestro artigiano per il suo profondo amore e la sua comprensione della materia, ma anche un maestro di arti marziali per il suo umile rispetto e la sua dedizione alla preparazione. Dopo la metà di quella stagione questa sua dedizione gli avrebbe fruttato risultati fenomenali come il suo concatenamento in solitaria di Terminator, Sea of Vapours e The Replicant in sole 5 ore.

Ma Guy sarà ricordato da coloro che l'hanno conosciuto non solo per la sua scalata, ma anche per le sue eccezionali qualità umane. Guy ti conquistava con la sua dolcezza. Nel breve periodo in cui ho arrampicato con lui ho apprezzato la sua generosità e il sostegno che mi dava anche quando salivo le vie facili a modo mio (vale a dire arrampicando male). Guy minimizzava i propri sforzi per darmi fiducia. Nei suoi viaggi in tutto il vasto mondo alla ricerca della linea perfetta, Guy si era fatto molti amici. La sua mancanza sarà sentita da tutta la comunità del ghiaccio.

Guy Lacelle lascia la moglie Marge Lachecki.

Condividi questo articolo

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Chimera Verticale
    Ripetuta il 29 agosto 2014 con Martin Dejori. Bellissima via ...
    2014-08-30 / Alex Walpoth
  • Costantini - Apollonio
    Caro Checco, gli spit sono rispuntati, qualcuno in sosta, qu ...
    2014-08-29 / Angelo Bon
  • Diretta Consiglio
    Salita tanti anni fa, nel 1969, ovviamente senza friend (che ...
    2014-08-18 / renzo%20 Bragantini
  • Welcome to Tijuana
    Ieri sabato 02 agosto, io e il mio compagno Aldo Mazzotti, s ...
    2014-08-03 / Gianni Canale