Home page Planetmountain.com

arrowNewsarrowVia Ferrata del Cabirol, Capo Caccia, Sardegna

Via ferrata del Cabirol, Capo Caccia, Sardegna
Via ferrata del Cabirol, Capo Caccia, Sardegna
Photo by Simone Perra
Via ferrata del Cabirol, Capo Caccia, Sardegna
Via ferrata del Cabirol, Capo Caccia, Sardegna
Photo by Simone Perra
INFO / links & info:

Via Ferrata del Cabirol, Capo Caccia, Sardegna

26.08.2009 di Corrado Conca

A Capo Caccia in Sardegna si trova la bellissima via ferrata del Cabirol, la più meridionale d’Italia.

La Via Ferrata del Cabirol è stata realizzata di recente sulle alte scogliere di Capo Caccia, lungo la costa occidentale della Sardegna. Le difficoltà non sono mai elevate perché quasi tutto l’itinerario si snoda in traverso su esili ed esposte cenge, di tanto in tanto intervallato da brevi salite gradinate.Ambiente e panorama costiero rendono questa ferrata unica nel suo genere. Corrado Conca, l'ideatore del progetto, racconta qui la sua esperienza che ha portato alla creazione di questo aereo percorso unico nel suo genere.


Ferrata del Cabirol – Storia di una “strana” apertura in solitaria
di Corrado Conca
Quando nel ’98 mi trasferii da Cagliari a Sassari per lavoro avevo iniziato a passare molte giornate alla ricerca delle più belle falesie della zona. Per me era un po’ il tentativo di ricostruire altrove il “mio” giardino di arrampicata vicino alla nuova residenza.
Ho sempre amato le vie sportive di ampio respiro con difficoltà non elevate, pertanto i brevi monotiri violenti della falesia “Casarotto” – la più conosciuta e frequentata in provincia di Sassari – non mi davano la soddisfazione che cercavo. Iniziai quindi a “esplorare”, se così si può dire, tutto ciò che di verticale si trovava ad un’ora di auto da Sassari e così iniziai a chiodare un po’ di vie lunghe nelle scogliere di Capo Caccia.
Tutto quel tempo non fu buttato al vento giacché il mio lavoro di documentazione confluì infine nella guida di arrampicata della zona (ndr. “Arrampicare ad Alghero, Sassari e dintorni” di Corrado Conca, Edizioni Segnavia)
In particolare però dedicai una bella fetta del mio tempo libero a quella porzione di promontorio che guarda ovest e che è compreso tra l’Isola Foradada ed il faro: una vasta parete estremamente complessa ed articolata, alta fino a 200 metri, totalmente vergine! Lo stesso Alessandro Gogna, nel 1982, su Mezzogiorno di Pietra descrivendo quelle zone appena osservate dal gommone scrisse: «Sulle pareti ci sono uno sgomento di possibilità».
Nel chiodare le vie sportive, cercare vie di accesso e vie di fuga, lasciavo qua e la delle corde fisse, che riutilizzavo la volta successiva per avviare un nuovo progetto verticale. Pian piano ho iniziato a conoscere ogni metro quadro di quel complesso paretone calcareo a picco sul mare e, giorno dopo giorno, si è insinuata in me l’idea di rendere fisse e sicure quelle protezioni per la progressione lungo le cenge.
Senza nemmeno accorgermene avevo dato il via ad un progetto che mi ha tenuto impegnato, a fasi alterne, per quasi dieci anni. La scelta è stata quella di esplorare e chiodare l’intera ferrata da solo, infatti tutto il materiale è stato trasportato sul posto ed infisso in solitaria. Ad oggi non saprei più dire quante giornate di lavoro ha richiesto portarla a termine, forse un centinaio, forse più…
Oggi quel percorso può finalmente essere definito una Via Ferrata, denominata del Cabirol perché sulle stesse pareti, qualche centinaio di metri più a sud, si trovano le storiche scalinate che con 654 scalini (-110 m) dal 1954 danno accesso terrestre alle Grotte di Nettuno (turistiche). L’uso delle protezioni in acciaio è volutamente molto moderato, l’impatto visivo è ridotto al minimo per poter percorrere l’itinerario in sicurezza godendo dell’ambiente naturale. I materiali utilizzati sono esclusivamente inox aisi 316 ed i gradini sono prodotti appositamente da una azienda italiana; tutto il progetto è stato totalmente autofinanziato.

VIA FERRATA DEL CABIROL

Condividi questo articolo

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • La beffa
    Portare Camalot dal 0.3 fino al #1, anche qualche stopper. L ...
    2014-07-18 / Luciano Calvelo
  • Spigolo Ovest - Wiessner - Kees
    Percorsa nel 1978, ma la ricordo perfettamente. Via all'alte ...
    2014-07-13 / renzo%20 Bragantini
  • Spigolo Nord Ovest
    Ripetuta qualche anno fa. Salita magnifica in ambiente stupe ...
    2014-07-12 / renzo%20 Bragantini
  • Spitagoras
    Bella via su roccia da buona ad ottima. Chiodatura da via al ...
    2014-07-07 / Niccol%C3%B2 Antonello