Home page Planetmountain.com

arrowNewsarrowSuper Stridente, nuova cascata in Val Riofreddo

Ai piedi della grande colata di Cima Cenge dove scende la grande candela di Super Stridente (Val Riofreddo, Alpi Giulie).
Ai piedi della grande colata di Cima Cenge dove scende la grande candela di Super Stridente (Val Riofreddo, Alpi Giulie).
Photo by arch. L. Vuerich
Luca Vuerich su Super Stridente
Luca Vuerich su Super Stridente
Photo by arch. L. Vuerich
INFO / links & info:

Super Stridente, nuova cascata in Val Riofreddo

03.03.2009 di PlanetMountain

Il 27/02/09 Luca Vuerich e Federico Compassi hanno aperto Super Stridente (III/6) una nuova difficile cascata sulla Cima delle Cengie in Val Riofreddo (Friuli Venezia Giulia).

Chi ha seguito le cronache di quest'ultimo periodo avrà visto comparire più volte il nome di Luca Vuerich. Nessuna sorpresa per chi conosce la 34enne guida alpina friulana. Da anni Luca spazia in tutti i campi: dall'alpinismo himalayano (con 5 Ottomila all'attivo) alle cascate di ghiaccio, dalle grandi pareti di roccia allo sci estremo. Così sabato scorso ha colto al volo la prima salita di “Super Stridente” un bel candelone di 35m che in questa eccezionale stagione invernale s'è finalmente saldato alla base. Il posto naturalmente è una delle “sue case” ovvero quella Cima delle cenge in Val Riofreddo (Alpi Giulie) dove solo poche settimane fa Luca aveva aperto “Per Leila”.

Super Stridente di Luca Vuerich

Circa un mese fa durante la salita di Per Leila e poi guardando le vecchie foto del Tridente ho notato che c’era qualcosa in più in questa bella parete, quella candelina che da 13 anni a questa parte pendeva sopra le teste dei pochi ice climber che frequentano la zona quest’anno ha deciso di  attaccarsi fino sotto e così si è formato un bel candelone di 35 metri, alla base un po’ esile e in alto bello pieno. E così, assieme al mio amico Federico Compassi, sono partito per questa via che forse è la più logica e diretta di tutta la parete.

Da sotto il primo tratto non sembra molto impegnativo, giusto per scaldarsi un po’... arrivo alla fine del tiro non esattamente con la stessa idea che avevo alla base: per fortuna il ghiaccio è molto buono... Faccio sosta dentro una comoda nicchia e riparto, non vedo bene tutto il tiro perché c’è uno strapiombo di ghiaccio formatosi con la congiunzione della candela superiore.

Sistemo una buona vite subito sopra la sosta e senza possibilità di proteggermi arrivo sotto la colonna principale che ora è “solo” verticale. Qualche minuto per sghisare e via tutto d’un fiato. Dopo circa 15 minuti di battaglia sono alla fine del tiro con le braccia che mi fumano un po’ , preparo la sosta e sorrido contento per questa bella salita; adesso non è più un mio problema... Federico puoi partire..

Luca Vuerich

Scheda: SUPER STRIDENTE

Condividi questo articolo

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Tovaric
    Via stupenda, gradi stretti e numerosi passaggi obbligatori, ...
    2013-12-16 / MICHELE LUCCHINI
  • Don Quixote
    Che dire di questa stupenda via......quando l'ho ripetuta er ...
    2013-12-01 / moreno rossini
  • Re Artù
    semplicemente fantastica,da divertirsi andate a farla. solo ...
    2013-11-24 / moreno rossini
  • La Salvana
    bella via di media difficoltá con in realtá pochi spit ma ...
    2013-09-28 / Armin Craffonara