Home page Planetmountain.com

arrowNewsarrowCoppa del mondo arrampicata Lead a Johanna Ernst e Jorg Verhoeven

Jorg Verhoeven
Photo by Urban Golob
Johanna Ernst
Photo by Urban Golob
Maja Vidmar
Photo by Urban Golob
Klemen Becan
Photo by Urban Golob
PORTFOLIO / gallery Slide Show

Coppa del mondo arrampicata Lead a Johanna Ernst e Jorg Verhoeven

17.11.2008 di PlanetMountain

Il 16/11/2008 a Kranj (Slovenia) l’austrica Johanna Ernst ha vinto la sesta e ultima prova della World Cup Lead davanti a Maja Vidmar e Akiyo Noguchi. In gara maschile lo sloveno Klemen Becan supera Jorg Verhoeven e Patxi Usobiaga. Con questo risultato la Ernst e Verhoeven si aggiudicano la loro prima Coppa del mondo Lead.

C’era una cosa certa prima della finale di Kranj: Johanna Ernst avrebbe alzato la sua prima Coppa del mondo Lead. Così naturalmente è stato, con la 16enne austriaca che vince la sua terza gara del circuito Lead 2008 e insieme il Trofeo, coronando l’esordio nella massima categoria con un palmares da favola. Vittoria nel campionato europeo di Parigi, vittoria al Rock Master e vittoria nella Coppa del mondo Lead passando per il titolo mondiale giovanile della categoria “youth A”: davvero Johanna non poteva fare di più!

Si può anche dire che tutto questo è successo nell’anno in cui Angela Eiter, la regina austriaca dell’arrampicata, è stata costretta a disertare tutta la seconda parte della stagione per un malanno fisico, finendo alla fine solo 12a. Ed è successo nell’anno in cui la slovena Maja Vidmar, la vincitrice della World Cup Lead 2007, ha cominciato la sua corsa con due turni di ritardo. Ma non ci sono dubbi: la stella di Johanna è destinata a durare a lungo. Come del resto è chiaro che la battaglia con Maja Vidmar, ma anche con Angela Eiter quando tornerà in campo completamente recuperata, continuerà.

Certo che la schiacciante vittoria di Kranj, dove Johanna è stata l’unica a chiudere con tre top tutte e tre le vie di gara, segna una supremazia impressionante. Tanto più se si pensa che è stata ottenuta proprio a casa della Vidmar. Per ora insomma l’arrampicata femminile è tutta in mano della Ernst e della sua forza. Le altre dovranno guardare in faccia la realtà e adeguarsi. A cominciare dalla Vidmar (ottima seconda a Kranj e in Coppa). Per continuare con Mina Markovic, l’altra big slovena terminata al 3° posto della classifica generale. Ma anche con la giapponese Akiyo Noguchi (3a a Kranj, 5a in Coppa Lead e vincitrice della Coppa del mondo combinata Lead, Boulder e Speed) e la francese Caroline Ciavaldini (4a in Coppa). O lavoreranno per contrastare l’intensità di forza e resistenza che riesce a sprigionare il “missile” Johanna o dovranno continuare ad inchinarsi.

Invece, alla vigilia di Kranj, molto più incerto e vario s’annunciava il gioco degli uomini. Tanto che Ramón Julian Puigblanque, Jorg Verhoeven e Tomás Mrazek erano chiamati a contendersi lo sprint finale per l’oro divisi da soli 32 punti. Alla fine è stato l’olandese Verhoeven a spuntarla con un 2° posto nell’ultima tappa che gli vale la sua prima Coppa Lead, davanti ad un Mrázek che con il 4° posto di Kranj ha perso un’occasione d’oro per bissare il successo del 2004. Un’occasione del resto che anche Ramón Julian Puigblanque rimpiangerà a lungo. In Slovenia, infatti, il campione del mondo Lead è incappato in una gara no: eliminato in semifinale ha dovuto accontentarsi del 15° posto di tappa e del 3° in classifica generale, vedendo sfuggire ancora una volta quel Trofeo che ancora manca al suo palmares.

Tornando alla gara va detto che sul gradino più alto del podio di Kranj è salito il 26enne sloveno Klemen Becan. Un atleta che, con questo suo primo oro di tappa, ha dimostrato di aver fatto grandi progressi; d’altra parte confermati dal 5° posto finale in Coppa, anche questa sua miglior prestazione di sempre. Va detto che Klemen ha strappato a Verhoeven la vittoria di tappa per un niente: una presa tenuta che l’olandese ha solo toccato. Più sotto ha terminato la sua corsa un altro big, il neo campione europeo Lead Patxi Usobiaga, 3° a Kranj e 4° in Coppa, che ha superato di misura Mrazek e l’austriaco Jakob Schubert. Poi nell’ordine gli altri finalisti: Cédric Lachat (CH), Flavien Guerimand (FRA) e Sachi Anma (JPN).

Quel che c’è da rilevare ancora una volta è come tutto si giochi su spazi a volte millimetrici. Segno di un livello delle gare maschili davvero assoluto. Basti pensare che nessuno quest’anno ha vinto più di una tappa. Così i sei podi del circuito 2008 sono andati a Mrázek (Qinghai), Verhoeven (Chamonix), Usobiaga (Berna), Puigblanque (Puurs) e David Lama (Imst) nell’unica gara di difficoltà che il fenomeno austriaco ha disputato quest’anno e che gli è valsa, con il 2° posto nella World Cup Boulder, la Coppa del mondo combinata Lead, Boulder e Speed. Insomma, oltre alla bravura, conta la regolarità ai massimi livelli. E in questo il Verhoeven formato 2008 è stato davvero super, cogliendo finalmente un Trofeo che negli ultimi 4 anni l’aveva sempre visto al vertice. Molti si ricorderanno per esempio il suo 2° posto del 2005 alle spalle dell’azzurro Flavio Crespi.

A proposito di Crespi e dell’Italia. Con l’assenza per infortunio del campione varesino ma anche con il ritiro dalle competizioni di Coppa di Luca Zardini, la squadra azzurra praticamente non è mai scesa in campo in questo circuito 2008, se non con Jenny Lavarda (alla fine 25a). E’ chiaro che è un momento di difficoltà per la specialità con la corda italiana. Ed è chiaro che bisogna guardare al movimento giovanile che pure c’è ed è attivo. Ma è altrettanto chiaro che in quest’ultimo periodo della stagione non poco ha contato il gravissimo incidente stradale occorso a Giovanni Cantamessa, in questi anni Commissario tecnico e motore instancabile della nazionale. E’ per questo che, pur aspettando il futuro, ora i nostri pensieri, e siamo sicuri anche quelli di tutti gli appassionati, sono tutti per Giovanni.

Classifica finale maschile World Cup Lead 2008
1. Jorg Verhoeven NED p. 380.00
2. Tomás Mrázek CZE p. 355.00
3. Ramón Julian Puigblanque ESP p. 321.00
4. Patxi Usobiaga Lakunza ESP p. 286.00
5. Sachi Anma JPN p. 266.00
5. Klemen Becan SLO p. 266.00
7. Jakob Schubert AUT p. 251.00
8. Cédric Lachat SUI p. 202.00
9. Sean Mccoll CAN p. 189.00
10. Magnus Midtboe NOR p. 187.00
11. Romain Desgranges FRA 166.00
12. David Lama AUT 155.00
vai alla classifica completa

Classifica finale femminile World Cup Lead 2008
1. Johanna Ernst AUT p. 460.00
2. Maja Vidmar SLO p. 345.00
3. Mina Markovic SLO p. 325.00
4. Caroline Ciavaldini FRA p. 263.00
5. Charlotte Durif FRA p. 240.00
5. Akiyo Noguchi JPN p. 240.00
7. Natalija Gros SLO p. 239.00
8. Olga Shalagina UKR p. 233.00
9. Yana Chereshneva RUS p. 195.00
10. Alexandra Eyer SUI p. 183.00
11. Bettina Schöpf AUT p. 174.00
12. Muriel Sarkany BEL p. 165.00
13. Angela Eiter AUT p. 154.00
vai alla classifica completa

Condividi questo articolo

Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Rataplan
    Ripetizione del 20.09.2014L1 6c bella fessura non banale pe ...
    2014-09-23 / oscar meloni
  • Via Paola
    ripetuta per la quarta volta, mi sento di proporre questi gr ...
    2014-09-01 / Niccol%C3%B2 Antonello
  • Chimera Verticale
    Ripetuta il 29 agosto 2014 con Martin Dejori. Bellissima via ...
    2014-08-30 / Alex Walpoth
  • Costantini - Apollonio
    Caro Checco, gli spit sono rispuntati, qualcuno in sosta, qu ...
    2014-08-29 / Angelo Bon