Home page Planetmountain.com

arrowNewsarrowCoppa del mondo arrampicata Lead: a Johanna Ernst e Tomás Mrázek la tappa di Qinghai

Johanna Ernst impegnata in una gara boulder
Johanna Ernst impegnata in una gara boulder
Photo by arch. Johanna Ernst
Tomás Mrázek al Rock Master 2007
Photo by Giulio Malfer
INFO / links & info:

Coppa del mondo arrampicata Lead: a Johanna Ernst e Tomás Mrázek la tappa di Qinghai

30.06.2008 di PlanetMountain

Il 28/06 a Qinghai (Cina) l’austriaca Johanna Ernst e Tomás Mrázek della Repubblica Ceca si sono aggiudicati la prima tappa della World Cup Lead 2008.

Partenza sotto il segno della sorpresa per la Coppa del mondo Lead. Anzi, ancora una volta, sotto il segno dell’Austria e dell’arrampicata giovanissima se è vero, com’è vero, che a vincere nella specialità con la corda la prima tappa di Xining, nella lontana provincia cinese del Qinghai, è stata l’ennesima nuova stella dell’ormai inesauribile scuola austriaca. Quella Johanna Ernst classe 1992 (sì proprio 15 anni!) che, con un percorso netto che non lascia spazio a nessun aggettivo e tanto meno a commenti, ha fatto sua la gara con 3 top su 3 vie per un esordio da predestinati nel circuito mondiale dei big!

Ma non è finita, per la serie “largo ai giovani” la bandiera austriaca ha sventolato anche sul secondo gradino del podio maschile per merito di Jakob Schubert, altro giovanissimo 17enne (classe 1990), che è stato l’unico a tener testa fino alla fine a quel “fuori quota” (ha “ormai” 26 anni!) che risponde al nome di Tomás Mrázek che come sempre non ha perso occasione per interpretare il suo solito ruolo di Terminator. A calcare il podio cinese della Difficoltà femminile sono state inoltre due “vecchie ma giovani” conoscenze come la 24enne slovena Natalija Gros e la 18enne francese Charlotte Durif, che si sono fermate ben al di sotto della Ernst e si sono spartite rispettivamente il 2° e il 3° posto, mentre il bronzo della gara maschile è andato al giapponese Sachi Anma (per la cronaca un altro 18enne...).

Assolutamente sotto le aspettative, invece, molti top del circuito. A cominciare dalla campionessa del mondo Angela Eiter, alla fine solo decima, che in semifinale è stata (incredibilmente) fermata perché fuori dal tempo massimo concesso. Per continuare con l’altro campione del mondo di Avilés, lo spagnolo Ramón Julian Puigblanque 7° nell’ultimo turno davanti ad un altro big come l’olandese Jorg Verhoeven: entrambi hanno avuto problemi di moschettonaggio nella primissima parte della via. Meglio di loro ha fatto il vincitore uscente della Coppa, Patxi Usobiaga che però si è dovuto accontentare del 4° posto.

Tra gli altri finalisti c’è da segnalare il 5° posto del ventenne francese Manuel Romani, il 6° del 19enne norvegese Magnus Midtboe. Mentre in gara femminile s’è messa in luce con il 4° posto la 19enne russa Yana Chereshneva davanti ad un plotoncino di atlete “old” come la 27enne svizzera Alexandra Eyer, la 25enne austriaca Barbara Bacher e la sempre grande Muriel Sarkany con i suoi 33 anni e un palmares da prima della classe.

Sul versante della velocità c’è da registrare il crescente entusiasmo per quella che in molti definiscono (non a torto) la più televisiva tra le tre specialità delle gare di arrampicata. Non a caso in Cina è stata trasmessa dalla televisione nazionale, e non a caso a vincere la tappa di Qinghai sono stati due atleti di casa: il campione del mondo speed Qixin Zhong e la 24enne Chun-Hua Li, entrambi hanno letteralmente stracciato il record mondiale fermando il cronometro a 10,58 secondi per Chun-Hua Li e nell’impossibile 7,35 secondi per Qixin Zhong. Altro particolare non secondario da rilevare è che sia in gara femminile sia in quella maschile i primi 4 posti sono stati tutti occupati da atleti cinesi. La domanda è: siamo di fronte ad un momento storico e di boom per quella che fino ad ora è sempre stata considerata la cenerentola dell’arrampicata con il pettorale?

Ma tornando alla Difficoltà. E’ chiaro che questa è solo la partenza: ci sono ancora 6 tappe da qui alla finale di Kranj che concluderà il tour mondiale a metà novembre. E va detto che la tappa cinese è sempre stata un po’ speciale, basti pensare che nessun atleta italiano quest’anno era presente, né del resto c’era Majia Vidmar la vincitrice della Coppa del Mondo 2007. E’ altrettanto chiaro però che i giochi non potranno prescindere dalle giovanissime leve che si stanno affacciando alla ribalta internazionale e soprattutto da quel ciclone austriaco che, tra boulder e lead, sembra ormai dettar legge!

L’appuntamento con la seconda tappa della Climbing World Cup Lead è per il 12 e 13 luglio a Chamonix.

Classifica maschile Qinghai
1 Tomás Mrázek CZE
2 Jakob Schubert AUT
3 Sachi Anma JPN
4 Patxi Usobiaga Lakunza ESP
5 Manuel Romain FRA
6 Magnus Midtboe NOR
7 Ramón Julian Puigblanque ESP
8 Jorg Verhoeven NED
9 Flavien Guerimand FRA
10 Romain Desgranges FRA
11 Fabien Dugit FRA
12 Michaël Fuselier FRA
13 Mikhail Chernikov RUS
14 Hidekazu Ito JPN
15 Matej Sova SLO
risultati completi

Classifica femminile Qinghai
1 Johanna Ernst AUT
2 Natalija Gros SLO
3 Charlotte Durif FRA
4 Yana Chereshneva RUS
5 Alexandra Eyer SUI
6 Barbara Bacher AUT
7 Muriel Sarkany BEL
8 Mina Markovic SLO
9 Evgenia Malamid RUS
10 Angela Eiter AUT
11 Yuka Kobayashi JPN
12 Christine Schranz AUT
13 Bettina Schoepf AUT
13 Aki Tanaka JPN
15 Marine Thévenet FRA
risultati completi

Condividi questo articolo

Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Diretta Consiglio
    Salita tanti anni fa, nel 1969, ovviamente senza friend (che ...
    2014-08-18 / renzo%20 Bragantini
  • Welcome to Tijuana
    Ieri sabato 02 agosto, io e il mio compagno Aldo Mazzotti, s ...
    2014-08-03 / Gianni Canale
  • Icterus
    Qualcuno ha qualche informazione sulla via sportiva Mr Berna ...
    2014-08-02 / Michele Marchesoni
  • La beffa
    Portare Camalot dal 0.3 fino al #1, anche qualche stopper. L ...
    2014-07-18 / Luciano Calvelo