Home page Planetmountain.com

arrowNewsarrowFischhuber e Stöhr vincono la prima tappa della Coppa del Mondo Boulder 2008 a Hall

Anna Stöhr durante la prima tappa della Coppa del Mondo Boulder a Hall, Austria
Photo by Michael Meisl
Kilian Fischhuber verso la vittoria in Hall 2008.
Photo by Michael Meisl

Fischhuber e Stöhr vincono la prima tappa della Coppa del Mondo Boulder 2008 a Hall

24.04.2008 di Planetmountain.com

La prima tappa della Coppa del Mondo Boulder si è tenuta a Hall, Austria il weekend scorso ed è stata vinta dagli Austriaci Kilian Fischhuber e Anna Stöhr.

Gareggiare a casa è sempre qualcosa di speciale. Per gli austriaci Kilian Fischhuber e Anna Stöhr, lo scorso fine settimana è diventato qualcosa di davvero memorabile con la loro vittoria proprio a Hall nella prima tappa della Coppa del Mondo Boulder 2008.

Più di 80 atleti e 50 atlete provenienti da 22 nazioni diverse hanno preso parte a questa prima tappa, che è entrata nel vivo sabato sera quando i migliori sei si sono qualificati per la finale combinata, ovvero, la finale in cui sia le donne sia gli uomini gareggiano contemporaneamente sui rispettivi boulder, molto apprezzato tra l'altro dal pubblico.

Fischhuber, il dominatore della Coppa del Mondo del 2007 e 2005 (nel 2006 è arrivato secondo) si è imposto tra un parterre di atleti che lui stesso definisce di livello altissimo. In finale è stato lui l'unico a raggiungere 3 top (su 4), battendo il campione del mondo russo Dimitry Sharafutdinov e il giovane americano Daniel Woods. Ad oggi è la sua miglior performance in gare internazionali ed il suo un potenziale è davvero ancora tutto da scoprire.

Il francese Jerome Meyer è stato l'unico a chiudere tutti i boulder della semifinale anche se per questo dispendio di energie, il detentore di 3 Coppe del Mondo, in finale si è dovuto accontentare del quinto posto. Sesto invece il nostro Gabriele Moroni che salta dalla corda al boulder con estrema facilità; primo escluso della finale è stato Cristian Core che dimostra, ancora una volta, che i grandi gesti atletici non sono legati ad una età specifica.

Tra le donne ha vinto, per un soffio, la campionessa del mondo Anna Stöhr. La tirolese ha retto la pressione di gareggiare davanti al pubblico di casa e, uscendo come ultima, ha fotocopiato le salite della russa Yulia Abramchuk (5 tops nella qualificazione, 3 nella semifinale e 3 nella finale) con una piccolissima differenza: un tentativo in meno per raggiungere una zona. Ma questo ha fatto la differenza e le ha regalto la sua seconda vittoria nelle gare di Coppa del Mondo. Alla svedese Angelica Lind un eccellente terzo posto, mentre la 18enne giapponese Akiyo Noguchi si conferma dopo l'esordio dell'anno scorso e avrà molto da dire nel boulder feminile.

La prossima tappa sarà all'inizio di maggio nella isola Reunion.

Finiamo con un piccolo gioco per quelli che amano le statistiche: a che cosa si riferisce la sequenza 3+2+1+1+5+4+3+2+3+2+1+4+3+2+3+1+2+3+1+4+1+4+2+1.
Ovvero, chi è l'atleta che in 24 prove del Coppa del Mondo ha prodotto questi risultati sbalorditivi? Vi diamo un indizio. E' Austriaco e molto, molto forte.

Condividi questo articolo

Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Via Paola
    ripetuta per la quarta volta, mi sento di proporre questi gr ...
    2014-09-01 / Niccol%C3%B2 Antonello
  • Chimera Verticale
    Ripetuta il 29 agosto 2014 con Martin Dejori. Bellissima via ...
    2014-08-30 / Alex Walpoth
  • Costantini - Apollonio
    Caro Checco, gli spit sono rispuntati, qualcuno in sosta, qu ...
    2014-08-29 / Angelo Bon
  • Diretta Consiglio
    Salita tanti anni fa, nel 1969, ovviamente senza friend (che ...
    2014-08-18 / renzo%20 Bragantini