Home page Planetmountain.com

arrowNewsarrowCondizioni cascate, Piemonte e Valle d’Aosta

Candelabro del Coyote
Photo by arch. E. Bonino
Cascatone di Gabi
Photo by arch. F. Vaudo
Candelabro del Coyote
Photo by arch. E. Bonino
INFO / links & info:

Condizioni cascate, Piemonte e Valle d’Aosta

25.01.2008 di Elio Bonfanti

Aggiornamento del 24/01/2008 sulle condizioni delle cascate in Valle dell’Orco, Val Varaita, Valeille, Valnontey, Valle di Cogne, Gole di Gondo.

Le nevicate dell'ultimo periodo, oltre ad una consistente coltre nevosa, hanno lasciato il posto ad alcuni giorni di temperature quasi primaverili su tutto l'arco alpino occidentale. Queste alte temperature, se da una parte hanno favorito assestamento del manto, dall'altra hanno compromesso la solidità di alcune strutture che in aggiornamenti precedenti erano state date come salibili.

Nel fine settimana la pressione aumenterà ulteriormente, creando una zona più calda a sud delle Alpi che innalzerà nuovamente le temperature a valori anomali per il periodo, anche superiori ai 15 gradi nei fondovalle alpini. Il riscaldamento sarà inoltre accentuato da condizioni di foehn nelle vallate.

La tendenza delle temperature per i prossimi giorni per il Piemonte e la Valle d'Aosta prevede nella giornata di Sabato 26 gennaio zero gradi a 2900 m nelle ore centrali e per la giornata di domenica 27 gennaio zero gradi a 3000 m nelle ore centrali.

Per quanto riguarda l'attività valanghiva l'importante rialzo termico continuerà a favorire il graduale assestamento del manto nevoso tuttavia la presenza di lastroni di neve soffiata mantiene marcato (grado 3) il pericolo di distacco spontaneo o con poco sovraccarico.

Gli aggiornamenti riportati derivano da notizie fornite da: E. Bonino, M. Lavatelli, E. Marlier, F. Vaudo, e contemplano solo lo stato dei flussi presi in considerazione. Certamente nelle valli in oggetto altre salite possono essere in condizioni ma non avendone notizia certa non sono state riportate.

Viste le previsioni a nostro giudizio i fattori di rischio per praticare l'attività su cascata sono troppo elevati.

Nei giorni scorsi sono state salite le seguenti colate e le condizioni riportate sono esclusivamente riferite alla data di salita:

Piemonte (Valle dell'Orco)
- Balma Fiorant attualmente non più in condizioni
- Falesia X Ice ha risentito delle temperature alcune cose sono ancora salibili ma occorre prestare attenzione alle frange sospese.

Piemonte (Val Varaita)
- Bonvin Il 20/01 il secondo tiro non era salibile (ma la traccia è battuta per cui quando rinfrescherà…)
- Pineta Nord in condizioni, ma presenta ghiaccio molto lavorato sul muro e di difficile chiodatura
- Anfiteatro del Martinet il carico di neve sui pendii soprastanti l'attacco ne ha sconsigliato l'accesso sino a domenica 20. Non si hanno notizie successive.
- Diga di Castello i vari flussi rimangono sempre piuttosto anoressici e sono presi d'assalto.

Valle d'Aosta (Valeille)
- Lillaz Gully in condizioni il 24/01
- Candelabro del Coyote: La struttura il giorno 17/01 risultava in condizioni difficili soprattutto per la chiodatura.
- Vertigine di Porcellana: con ghiaccio molto plastico (molto bagnata) salita il 22/01

Valle d'Aosta (Valnontey)
- Repentance con ghiaccio difficile: attenzione al nuovo rialzo termico
- Monday money in condizioni, salita 22/01
- Patri in condizioni, salita 22/01

Valle d'Aosta (Valle di Cogne)
- Parto Gemellare in condizioni, salita 22/01

Val d'Ossola (Gole di Gondo)
- Cascatone di Gabi in condizioni (foto 17/01/08) delle due cascate basali solo una era salibile il 17/01; la cascata era raggiungibile con le scomode cenge di destra (guardando dal basso).

Buon fine settimana

Note importanti: Le informazioni presentate sono date allo scopo di fornire indicazioni sulla condizioni delle cascate di ghiaccio, riscontrate all'atto di una salita o di una ricognizione in loco e si intendono riferite alla data di salita. Trattandosi di cascate di ghiaccio queste indicazioni sono solo indicative: possono variare di giorno in giorno, se non di ora in ora, per cui sono gioco forza approssimative e non vincolanti per i redattori e per la testata che le pubblica.
Quindi, oltre fare affidamento sulla vostra esperienza, è doveroso, una volta sul posto, valutare al meglio il reale stato del vostro obiettivo e di informarvi preventivamente presso i servizi competenti, al riguardo delle condizioni meteorologiche e di stabilità dei manti nevosi.
Vi ricordiamo inoltre che insieme al vostro materiale da cascata non devono mancare: Arva, pala e sonda.

Condividi questo articolo

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Tovaric
    Via stupenda, gradi stretti e numerosi passaggi obbligatori, ...
    2013-12-16 / MICHELE LUCCHINI
  • Don Quixote
    Che dire di questa stupenda via......quando l'ho ripetuta er ...
    2013-12-01 / moreno rossini
  • Re Artù
    semplicemente fantastica,da divertirsi andate a farla. solo ...
    2013-11-24 / moreno rossini
  • La Salvana
    bella via di media difficoltá con in realtá pochi spit ma ...
    2013-09-28 / Armin Craffonara