Home page Planetmountain.com

arrowNewsarrowWorld Cup Lead 2007 a Usobiaga e Vidmar

Maja Vidmar, impegnata nell'ottava e ultima tappa di Kranj
Photo by Urban Golob
Patxi Usobiaga, vincitore della World Cup Lead 2007
Photo by Urban Golob
Maja Vidmar vincitrice della World Cup Lead 2007
Photo by Urban Golob
Cédric Lachat vincitore della tappa di Kranj
Photo by Urban Golob
INFO / links & info:
    Calendario IFSC Climbing Worldcup Lead 2007
    11-12.05 Imst (AUT)
    15-16.06 Zürich (SUI)
    11-13.07 Chamonix (FRA)
    11-12.08 Qinghai (CHN)
    28-29.09 Puurs (BEL)
    13-14.10 Kazo (JPN)
    02-03.11 Valence (FRA)
    17-18.11 Kranj (SLO)

    arch. news WorldCup
    www.worldcupkranj.com

World Cup Lead 2007 a Usobiaga e Vidmar

19.11.2007 di Planetmountain

Il 18/11, nell'ottava e ultima prova di Kranj, la slovena Maja Vidmar e lo spagnolo Patxi Usobiaga si sono aggiudicati la Coppa del mondo di arrampicata Lead. La tappa è stata vinta dalla stessa Maja Vidmar, davanti rispettivamente a Irati Anda Villanueva (ESP) e Lucka Franko (Slo), e dallo svizzero Cédric Lachat che ha superato l'italiano Flavio Crespi (2°) e il ceco Tomasz Mrazek (3°).

Una gara maschile che non ti aspetti. Con colpi di scena, passi falsi e sorprese che fino all’ultimo hanno lasciato col fiato sospeso, ma che alla fine hanno regalato (ormai quasi insperatamente) la seconda Coppa del mondo consecutiva allo spagnolo Patxi Usobiaga. In più, una gara femminile che ha sancito la supremazia (quasi imbarazzante) di Maja Vidmar. Davanti al suo pubblico, la slovena s’è presa la soddisfazione di vincere la sua sesta (!) tappa consecutiva di questa Coppa del Mondo e un Trofeo (il suo primo Trofeo internazionale nonché il primo per la Slovenia) che potrebbe segnare l’inizio di un ciclo. Questa, in estrema sintesi, la cronaca della ottava e ultima tappa giocata a Kranj della World Cup lead 2007. Un finale di partita vissuto sotto il segno dell’emozione: quella che ha "attanagliato" e anche confuso molti dei protagonisti della vigilia.

Alla vigilia, infatti, con il basco Patxi Usobiaga che comandava la classifica davanti al catalano Ramon Julian Puigblanque sembrava scontato che lo sprint per la vittoria maschile sarebbe stato tutto spagnolo. Uno spareggio annunciato per l’ultimo turno di Kranj, ma che (è stata questa la prima grande sorpresa) nella realtà non c'è proprio stato. O meglio, che s’è arrestato prematuramente in una difficile e insidiosa semifinale che ha eliminato entrambi i duellanti, complice un allungo micidiale che è costato ai due il passaggio in finale. Un Coup de Theatre inimmaginabile alla vigilia che relegava Usobiaga ad un insolito (per lui) 18° posto di tappa, mentre il campione del mondo Puigblanque precipitava addirittura al 26° posto.

A questo punto il “pallino” era tutto nelle mani di Jorg Verhoeven che, dal terzo posto della classifica generale provvisoria, era l’unico dei finalisti che potesse togliere la Coppa ad Usobiaga. Per farlo però doveva assolutamente vincere: una pressione che l’olandese non ha sopportato finendo “solo” 6° nell’ultimo turno, un risultato che oltre a non fargli vincere la Coppa gli ha fatto perdere anche il podio del Trofeo che alla fine lo vede al quarto posto. Per lui l'unica (si fa per dire) consolazione è la vittoria della Coppa del mondo di Combinata. Mentre la Coppa del Mondo Lead va, per il secondo anno consecutivo, ad Usobiaga grazie ad uno score di una vittoria (Valence), tre secondi posti (Zurigo, Puurs e Kazo), un terzo posto (Imst), due sesti posti (Chamonix e Qinghai) e, appunto, un diciottesimo posto a Kranj.

Ma non è finita. Come detto, nel gioco degli sprint incrociati,Verhoven ha perso anche il podio di Coppa lasciando il passo a Tomasz Mrazek che, grazie al 3° posto di Kranj, lo scavalca e si aggiudica il bronzo anche della World Cup, mancando però a sua volta il sorpasso di Puigblanque che rimane secondo e “vince” l’argento della classifica generale. Mentre per Flavio Crespi il bel secondo posto di tappa non basta né a scavalcare Mrazek né Verhoeven ma “solo” a mantenere il 5° posto finale del Torneo. Anche per Crespi, infatti, il podio passava solo per la vittoria di Kranj, un “goal” che gli è stato tolto dal solito, imprevedibile quanto inarrestabile, svizzero Cédric Lachat che in Slovenia ha centrato un’incredibile vittoria (giocata fino all’ultima stilla di forza e anche oltre) e il suo secondo podio stagionale in Coppa.

Da segnalare, inoltre, tra le sorprese di Kranj, il 4° posto del 17enne Jakob Schubert alla sua prima apparizione in Coppa . Il 5° del sempre più positivo 19enne norvegese Magnus Midtboe, nonché il 7° dello sloveno Klemen Becan e l’8° del 21enne ucraino Valeriy Kryukov. Come dire che questi potrebbero essere i primi segnali dell’arrivo di una nuova generazione di atleti. Forse è lo stesso “vento nuovo” che (si spera) stia arrivando anche per gli azzurri che, oltre al solito imperdibile (per l'Italia) Crespi e a Luca Zardini (16° a 35 anni nella classifica generale: un grande!), a Kranj hanno schierato anche il 22enne Nicola De Mattia e il 20enne Alessandro Fiori entrambi passati in semifinale e alla fine terminati al 19° e 29° posto.

Passando alla gara femminile. Detto del trionfo di Maja Vidmar che ha retto alla grande la pressione (e anche questa è un po’ una sorpresa) andando a vincere senza alcuna esitazione pure questa sua sesta gara di fila. Resta da dire del “flop” di Angela Eiter, con la campionessa del mondo che per una volta si è dimostrata “umana” (e questa sì che è una sorpresa) finendo fuori dalla finale di Kranj e seconda alle spalle della Vidmar nella classifica di Coppa. Meglio di lei, in quest’ultimo turno, ha fatto sicuramente l’altra grande del circuito mondiale, la belga Muriel Sarkany.

A dire il vero la vice campionessa del mondo, dopo il top in semifinale (pari merito con la Vidmar e la francese Ciavaldini), s’è un po’ persa nell’ultimo turno scivolando al 6° posto mantenendo però il terzo gradino del podio della Coppa 2007. Un risultato che all’inizio dell’anno non molti avrebbero sottoscritto, visto che il 2007 ha segnato il suo reingresso nel circuito mondiale dopo un anno di stop. Da aggiungere, per le novità dell’anno, il bel 2° posto di tappa e il 5° in Coppa della basca Irati Anda Villanueva - forse l’atleta che più ha stupito in questo 2007 - e il 3° posto a Kranj della 24enne slovena Lucka Franko. Per la classifica finale extra podio, invece, da segnalare il 4° posto della slovena Natalija Gros (9a a Kranj) che conquista così anche la Coppa del Mondo di Combinata.

Con Kranj, come ormai è tradizione da 12 anni, ha chiuso la stagione dell’arrampicata mondiale. Da qui al prossimo anno (si dovrebbe iniziare con la World Cup Boulder ad aprile 2008) per gli atleti c’è tempo di riorganizzare le forze ma anche le idee. Quest’anno in molti hanno tentato l’avventura doppia tra Boulder e Lead, vedremo nel 2008 se era solo un tenativo di ottimizzare e variare l’allenamento o se è una trasformazione “strutturale” della nuova arrampicata-totale…


Classifica maschile Kranj
1 Lachat Cédric SUI
2 Crespi Flavio ITA
3 Mrázek Tomás CZE
4 Schubert Jakob AUT
5 Midtboe Magnus NOR
6 Verhoeven Jorg NED
7 Becan Klemen SLO
8 Kryukov Valeriy UKR
9 Fuselier Michaël FRA
10 Winkler Daniel SUI
11 Fischhuber Kilian AUT
12 Romain Manuel FRA
13 Millet Sylvain FRA
14 Desgranges Romain FRA
15 Vander Werf Roman NED
16 Tauporn Thomas GER
17 Ten Sijthoff Casper NED
18 Usobiaga Lakunza Patxi ESP
19 De Mattia Nicola ITA
20 Dugit Fabien FRA
21 Becan Jure SLO
21 Guerimand Flavien FRA
23 Szekely Gabor HUN
24 Sova Matej SLO
25 Högström Magnus SWE
26 Julian Puigblanque Ramón ESP
27 Zardini Luca ITA
28 Bindhammer Christian GER
29 Fiori Alessandro ITA
30 Baxter Adrian GBR
classifica completa

Classifica femminile Kranj
1 Vidmar Maja SLO
2 Anda Villanueva Irati ESP
3 Franko Lucka SLO
4 Ciavaldini Caroline FRA
5 Durif Charlotte FRA
6 Markovic Mina SLO
7 Eyer Alexandra SUI
8 Sarkany Muriel BEL
9 Gros Natalija SLO
10 Chereshneva Yana RUS
10 Schranz Christine AUT
12 Ostapenko Alena UKR
13 Eiter Angela AUT
14 Ociepka Kinga POL
15 Bacher Barbara AUT
16 Gosar Asja SLO
16 Saurwein Katharina AUT
18 Vidmar Katja SLO
19 Harnisch Martina AUT
20 Raffetseder Gerda AUT
classifica completa

Classifica finale World Cup 2007
maschile
1. Patxi Usobiaga Lakunza ESP 499.00
2. Ramón JulianPuigblanque ESP 486.00
3. Tomás Mrázek CZE 462.00
4. Jorg Verhoeven NED 458.00
5. Flavio Crespi ITA 448.00
6. Cédric Lachat SUI 361.00
7. David Lama AUT 326.00
8. Sylvain Millet FRA 288.00
9. Fabien Dugit FRA 208.00
10. Magnus Midtboe NOR 195.00
femminile
Classifica World Cup
1. Maja Vidmar SLO 634.00
2. Angela Eiter AUT 513.00
3. Muriel Sarkany BEL 401.00
4. Natalija Gros SLO 330.00
5. Irati Anda Villanueva ESP 329.00
6. Mina Markovic SLO 324.00
7. Charlotte Durif FRA 303.00
8. Caroline Ciavaldini FRA 296.00
9. Yuka Kobayashi JPN 280.00
10. Alexandra Eyer SUI 265.00

Condividi questo articolo

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Rataplan
    Ripetizione del 20.09.2014L1 6c bella fessura non banale pe ...
    2014-09-23 / oscar meloni
  • Via Paola
    ripetuta per la quarta volta, mi sento di proporre questi gr ...
    2014-09-01 / Niccol%C3%B2 Antonello
  • Chimera Verticale
    Ripetuta il 29 agosto 2014 con Martin Dejori. Bellissima via ...
    2014-08-30 / Alex Walpoth
  • Costantini - Apollonio
    Caro Checco, gli spit sono rispuntati, qualcuno in sosta, qu ...
    2014-08-29 / Angelo Bon