Home page Planetmountain.com

arrowNewsarrowIX Climbing World Championship Aviles: Qualificazioni Boulder Femminile


Photo by Giulio Malfer

Photo by Giulio Malfer

Photo by Giulio Malfer

Photo by Giulio Malfer

IX Climbing World Championship Aviles: Qualificazioni Boulder Femminile

21.09.2007 di PlanetMountain

Il 20/09 ad Aviles (Spagna) nel pirmo turno del Boulder la campionessa del mondo uscente Olga leader della classifica provvisoria vede al comando Olga Shalagina Ukr), Sandrine Levet (Fra) e Tatiana Tarasova (Rus). Per l’Italia passano in semifinale Jenny Lavarda e Stella Marchisio.

Avilés 20/09/2007

Difficile il boulder: è sempre duro vedersi sfuggire per un soffio tante speranze… Ma, com’era prevedibile, anche questo primo turno del Boulder femminile è stato deciso, sul filo di lana dei tentativi, soprattutto per le ultime posizioni. Va detto subito che la regina di questo prima manche è stata Olga Shalagina, ben decisa evidentemente a riconfermare il titolo mondiale vinto nel 2003. L’ucraina, infatti, è stata l’unica a risolvere tutti i sei blocchi in modo perentorio e quasi impeccabile. Ovvero in 7 tentativi (uno in più della perfezione)  “vincendo”, naturalmente, il gruppo A di queste qualificazioni alla semifinale.

Nel gruppo B, invece, ad occupare fin da subito il vertice ci hanno pensato - con uno score fotocopia di 5 top in 5 tentativi e 6 zone in 6 tentativi, la campionessa francese Sandrine Levet (per l’occasione tornata da grande al suo boulder) e la 20enne russa Tatiana Tarasova novità della giornata visto che vanta, come migliore risultato della sua breve carriera, “solo” il 3° posto in World Cup a Sofia.

Naturalmente, a ridosso del terzetto di testa, passa il turno del gruppo B (forse il più ricco di potenziali aspiranti al podio) anche la russa Olga Bibik che, con 5 top in 8 tentativi, ha dato l’impressione di essere ritornata alle gare con ancora più potenza a disposizione. Come del resto sembrano viaggiare ai loro standard abituali anche due specialiste come l’attuale leader di Coppa del mondo, la francese Juliette Danion (5 top in 5 tent.) e la russa Yulia Abramchuk (5 top in 6 tent.). Le seguono, sempre con 5 problemi risolti ma con più tentativi, la ceca Silvie Rajfova, l’ucraina Tuzhylina Svitlana, e l’austriaca Anna Stöhr.

Ma, siccome il bouder è diventato universale ecco che, con il 5° posto, troviamo l’austriaca Angela Eiter che, incurante di essere la favoritissima per il titolo Lead, corre (egregiamente) anche per il Boulder passando, in carrozza, il turno con 5 problemi risolti in 8 tentativi. Un passaggio che riesce abbastanza agevolmente anche alla giapponese Akiyo Noguchi, all’ucraina Svitlana Tuzhylina e alla spagnola Esther Cruz Montalban tutte grazie a 4 top. Lo stesso numero di “conclusioni” di Jenny Lavarda che - insieme all’austriaca Barbara Bacher - è 13a e, finalmente, rilassata. Tanto che, quando le dicono che probabilmente passerà il turno, lei sembra non curarsene contenta solo di essersi divertita e di aver appena chiuso l’ultimo problema, il boulder 6, risolto solo da pochissime altre. Evidentemente le fa bene “correre” senza stress: e per l’Italia è davvero una buona notizia.

Come è positivo anche il passaggio in semifinale di Stella Marchisio che, con 3 blocchi chiusi più due davvero sfiorati, con il 19° posto delle qualificazioni mantiene intatte le sue chanche in questo campionato. Davanti a lei passano il turno con il 15° posto provvisorio anche la francese Maud Ansade, la russa Yana Chereshneva e l’ucraina Nataliya Perlova. Chiudono, infine, le fila delle 20 semifinaliste la statunitense Claasen Paige, la belga Chloé Graftiaux e come detto Stella Marchisio.

Resta da dire della terza italiana in gara, Roberta Longo, terminata al 32° posto pur avendo condotto una gara davvero bella. Roberta merita un elogio: è stata impeccabile fino a metà gara, chiudendo i primi 3 boulder per poi sfiorare la soluzione nel 4° e lottare duramente sul difficile 5° blocco. Inutile ripetere che questo è il boulder… lo dovremmo dire anche ad atlete esperte e quotate come la slovena Natalija Gros (33° posto) o come l’austriaca Katharina Saurwein terminata al 34°. E lo sperimenteremo di sicuro anche domenica nelle semifinali e nelle finali che assegneranno il titolo: viste le premesse sarà una partita incerta fino all’ultimo blocco.

IFSC Climbing World Championship - Aviles (ESP)
Semi Finaliste Boulder
1 Sandrine Levet FRA
1 Olga Shalagina UKR
1 Tatiana Tarasova RUS
4 Juliette Danion FRA
5 Olga Bibik RUS
5 Angela Eiter AUT
7 Yulia Abramchuk RUS
7 Akiyo Noguchi JPN
9 Silvie Rajfova CZE
9 Anna Stöhr AUT
9 Svitlana Tuzhylina UKR
12 Esther Cruz Montalban ESP
13 Barbara Bacher AUT
13 Jenny Lavarda ITA
15 Maud Ansade FRA
15 Yana Chereshneva RUS
15 Nataliya Perlova UKR
18 Paige Claasen USA
19 Chloé Graftiaux BEL
19 Stella Marchisio ITA


Campionato del Mondo Aviles 2007 - tutti i report

Condividi questo articolo

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Diretta Consiglio
    Salita tanti anni fa, nel 1969, ovviamente senza friend (che ...
    2014-08-18 / renzo%20 Bragantini
  • Welcome to Tijuana
    Ieri sabato 02 agosto, io e il mio compagno Aldo Mazzotti, s ...
    2014-08-03 / Gianni Canale
  • Icterus
    Qualcuno ha qualche informazione sulla via sportiva Mr Berna ...
    2014-08-02 / Michele Marchesoni
  • La beffa
    Portare Camalot dal 0.3 fino al #1, anche qualche stopper. L ...
    2014-07-18 / Luciano Calvelo