Home page Planetmountain.com

arrowAppuntamenti, eventiarrowBiella: Ripensare alla montagna, 30 anni di Mountain Wilderness

Biella: Ripensare alla montagna, 30 anni di Mountain Wilderness

11.11.2017 by Planetmountain

A Biella il 11/11/2017 il convegno Ripensare alla Montagna organizzato dalla sezione di Biella del Club Alpino Italiano e dalla Fondazione Sella per ricordare la nascita, 30 anni fa, di Mountain Wilderness.

Perché nel 2017 a Biella si decide di “ripensare alla montagna”? Perché proprio a Biella, il 31 ottobre del 1987, nasceva Mountain Wilderness, l’associazione ambientalista che più di ogni altra si è battuta per la conservazione dell’ambiente montano, in particolare per la salvaguardia della “Wilderness”, uno spazio di natura primigenia totalmente libera ed intatta. Non a caso, i più strenui difensori della “Wilderness” delle Terre Alte furono - e sono - principalmente gli alpinisti.

In occasione del convegno del 1987 vennero poste le basi concettuali, universalmente riconosciute come “Tesi di Biella”, che animano le azioni di questi passionari. Mountain Wilderness oggi è un’associazione internazionale che prodotto numerose affiliazioni nazionali.

“Ripensare alla montagna” vuole essere oggi un omaggio a chi trent’anni fa ha avuto l’intuizione pionieristica di battersi per la salvaguardia della montagna, ma non solo: “Ripensare alla montagna” presuppone infatti una volontà di proiettarsi nel futuro.

Le Terre Alte, marginalizzate e spopolate, possono infatti costituire una risorsa risorsa reale, a patto che si trovi quell’equilibrio imprescindibile tra sfruttamento e salvaguardia delle risorse.

“Ripensare alla montagna” vuole essere anche un contributo alle delegazioni internazionali di Mountain Wilderness nell’elaborazione di un addendum alle Tesi di Biella.

Il Programma: Sabato 11 novembre

Ore 8.30 registrazione
Ore 9.00 saluti istituzionali
Ore 9.30 introduzione di Jordi Quera, presidente di Mountain Wilderness International
Ore 10.00 “Relazioni tra montagna e civilizzazione e possibile compromesso tra natura e sviluppo sostenibile delle Terre Alte”. Mirta da Pra (Abele) coordinerà le relazioni di Francesco Pastorelli (Cipra), Enrico Camanni (Dislivelli), Dino Genovese (Comitato Scientifico Centrale del Cai – Gruppo Terre Alte), Federico Chierico (Paysage à Manger), Annibale Salsa (antropologo) e di Mattia Sella (U.i.a.a.).
Ore 13 lunch
Ore 14.15 “Etica dell’alpinismo e fruizione escursionistica, sportiva ed agonistica della montagna”. Alessandro Gogna coordinerà gli interventi di François Cazzanelli ed Emrick Favre (guide alpine), Ruggero Bissetta (Soccorso Alpino e Speleologico), Alessandra Nicoletti (Tor de Geants) e Lorenzo Franco Santin (Sentiero Italia).
Ore 16.30 tavola rotonda pubblica sulla presenza di MW nel panorama italiano e internazionale. Attualità delle Tesi di Biella e individuazione di nuove emergenze e presentazione delle attività di alcune sezioni nazionali di MW coordinata da Carlo Alberto Pinelli.

Nel corso della giornata interverrà lo scrittore Paolo Cognetti, vincitore del Premio Strega con “Le Otto Montagne” e membro del Comitato Etico e Scientifico di Mountain Wilderness. In dialogo con lui ci sarà Matteo Righetto scrittore e opinionista de Il Foglio. Accademico del Gruppo Scrittori di Montagna, dal suo romanzo “La pelle dell’Orso” è stato tratto l’omonimo film con Marco Paolini.

Ore 21 Duomo di Biella
“Laudato si”, spettacolo di musica, testi e immagini con il Coro S. Ilario di Rovereto. Il Coro S. Ilario, una delle più prestigiose formazioni corali di montagna, propone una serie di brani del suo repertorio intervallate da letture a tema. Sullo sfondo verranno proiettate immagini selezionate dai ricchi archivi della Fondazione Sella e immagino del fotografo Alberto Bregani. Il ricavato della serata sarà devoluto per i progetti umanitari di Mountain Wilderness.

Mostre. Nel corso della giornata verrà inaugurata una mostra curata dallo storico Pietro Crivellaro che farà rivivere ai presenti la giornata fondativa di Mountain Wilderness del 31 ottobre del 1987. La mostra sarà ospitata negli spazi della Fondazione Sella. Accanto ad essa ogni delegazione nazionale di Mountain Wilderness avrà un suo stand in cui presenterà la propria attività e le iniziative intraprese negli anni.
Chiudono invece le mostre “Fu tempo nostro” dedicata al ricordo del fotografo Gianfranco Bini a Città Studi e “La montagna che fu” di Gianni Valz Blin alla Biblioteca Civica di Biella.

QUANDO: 11 novembre dalle 9:00 in avanti

DOVE: a Biella, nell’auditorium dell’Università aziendale di Banca Sella, nel Lanificio a Maurizio Sella in via Corradino Sella a Biella

Link: www.caibiella.it e www.mountainwilderness.it

 

Condividi questo articolo

CERCA negli Appuntamenti

Titolo

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
MERCATINO
Ultimi commenti Ice
  • Distensione
    Via sportiva molto bella, dalla linea logica, in ambiente su ...
    2017-09-14 / Michele Lucchini
  • All-in
    Francesco Salvaterra e Filippo Mosca 27 gennaio 2017, probab ...
    2017-02-02 / Francesco Salvaterra
  • Una via per te fatta in tre
    Prima ripetizione effettuata il 3/11. Da rettificare la diff ...
    2015-11-13 / maurizio piller%20hoffer
  • Via Hruschka
    Salita il 18 marzo 2015 con Alice, Federico e Stefano. Via v ...
    2015-03-20 / Giovanni Zaccaria