ICE HOME
CASCATE DI GHIACCIO

Italia - Estero

GRANDI CIME

Alpi

COMPETIZIONI

Risultati e calendario

'99 - '00
 
Spedizioni
Libri, Guide, Video
Interviste
Posta
Weblink
Forum
Search
Monte Bianco goulotte
  prev



  indice itinerari
  info

Versante
parete Nord Ovest
Altezza
3648 m

lunghezza
300 m
Difficoltà
III/4

Pointe du Domino

  un click per ingrandire


Pointe du Domino

Ghiaccio abbondante per Cristian Fiou su Petit Viking (foto M. Giglio).

di Matteo Giglio

gruppo: Monte Bianco
cima: Pointe du Domino
via: Petit Viking
 
Introduzione
E’ indicata da tutti come la via più classica del fondo del bacino di Argentère, la mecca delle salite su ghiaccio in quota. Aperta nel 1984 da Christophe Profit con sua moglie Sylviane Tavernier e Dominique Radigue, propone un'arrampicata piacevole su difficoltà classiche.

Accesso generale
Da Chamonix in dieci minuti di automobile ad Argentière. Quindi si prende la funivia dei Grand Montets.

Accesso
Dalla stazione superiore dei Grands Montets, si scende fin sul ghiacciaio di Argentière che si risale interamente fino in fondo al bacino. Si ha così l'occasione di passare in rassegna tutte le celebri pareti di questo paradiso per i ghiacciatori: parete N dell'Aiguille Verte, delle Droites delle Courtes e del Triolet. Al termine del lungo pianoro glaciale, si risalgono a destra i pendii che portano alla base dell'evidente goulotte.
Ore 2.30.


Mappa
mappa monte bianco

  un click per ingrandire

   

Salita
Si supera al meglio la crepaccia terminale, che generalmente si presenta alquanto aperta, per andare a sostare su ghiaccio al termine delle corde. Con il secondo tiro si giunge a sinistra alla base della goulotte vera e propria. Obliquando quindi a destra ci si porta alla base del primo tratto ripido della salita. Lo si affronta direttamente, andando poi a sostare su un gradino a sinistra. Tre facili tiri verso destra conducono alla base del secondo muro, che si supera interamente con una lunghezza di corda. Infine un facile canale di neve porta fuori dalle difficoltà. L'itinerario originale prosegue ancora per duecento metri, ma la maggior parte delle cordate si ferma qui per poter scendere in doppia lungo le calate attrezzate.

Discesa
Si scende con nove doppie lungo l'itinerario di salita.


Bibliografia e cartografia
F. Damilano e G. Perroux, Neige, glace e mixte, Editions ice connection, Chamonix 1996; Igc 1:50.000 n°4 Massiccio del Monte Bianco.

| Home | | Rock | Expeditions | Ice | Snow | TrekkingNews | Special | Forum | Mountaininfo | Expo | Lab
| Info | Newsletter
| English version |
Per suggerimenti, aggiornamenti e notizie: Planetmountain.composta
Copyright© Mountain Network s.r.l.