Home page Planetmountain.com

arrowIce arrowItinerari arrowPeschio della Cornacchia

Peschio della Cornacchia

Primi salitori: Carlo Barrini, Marco Caciolo, Maurizio lluminati, Massimo Tofani
Scheda a cura di: Massimo Tofani
Area: Appennino Centrale, Gruppo: Monti Ernici, Cima: Campocatino, Quota: 1983 slm, Stato: Italia, Regione: Lazio

Il germe del Dry in Ciociaria nasce intorno a Dicembre del 2008, quando con l'amico Waldemar Walaszczyk decidiamo di andare a ripetere una via aperta da lui e Luca Culicelli al peschio l'estate precedente. Soltanto nell' Aprile del 2015, tuttavia, il progetto comincia a mettere radici: vista la scarsezza di ghiaccio dell'invernata appenninica, con Maurizio lluminati e Marco Caciolo decidiamo di tornare ad ingaggiarci su quelle rocce. Provo quindi a salire una vecchia via aperta con qualche vecchio chiodo artigianale e una clessidra. Dopo una lunga lotta, e non poca fatica, quel giorno apriamo anche il secondo e micidiale diedro strapiombante del secondo tiro di quella che chiameremo “ Una Cornacchia non fa primavera”. Nasce così il primo settore unicamente dedicato al dry di tutto il Lazio.


Con il passare del tempo la falesia si è arricchita di nuovi itinerari ed ha cominciato a diventare una meta di tanti appassionati, anche grazie all'apporto di Carlo Barrini e della associazione Svasa.

Ad oggi il settore conta 21 vie dal M3 al D10+ con alcuni tiri ancora da liberare ed altri a più lunghezze.
ACCESSO GENERALE

La località sciistica di Campocatino (FR) è raggiungibile facilmente da sud uscendo dalla A1 a Frosinone e proseguendo in direzione di Fiuggi sulla SS155 fino al bivio per Guarcino. Oltrepassato il centro di Guarcino si prende il bivio a destra per Campocatino fino al grande piazzale che si affaccia sugli impianti di risalita della vasta conca. Per chi proviene da nord è consigliabile uscire a Fiuggi-Anagni e tramite la provinciale Anticolana giungere a Fiuggi. Da Fiuggi prendere a destra in direzione Frosinone per la SS155 fino al bivio che a sinistra porta a Guarcino. Dal bivio si seguono le indicazioni per Campocatino.

ACCESSO

Dal piazzale di Campocatino si scende alla conca e la si attraversa in direzione nord fino ad uscire sul versante opposto in corrispondenza del monumento di vetro al vento. La parete è già ben visibile a sinistra. Dal monumento si scende lungo la carrareccia per Campo Vano per circa 150 mt fino ad arrivare in corrispondenza della sella del Peschio. Si scende a sinistra a mezza costa lungo il ripido fianco nevoso spesso ghiacciato e ventato (attenzione) fino alla base della struttura. Circa 30 min. dal piazzale.

ITINERARIO

1. Arete des Cornachiaux
L1: M3+ 15 m, L2: M4 20 m, L3: M6, 15 m
Lunga cresta con passi aerei ma roccia non sempre solida.

2. Hernica Mater
D5+, 10 m
Placca da verticale a leggermente aggettante.

3. Viaggio Astrale
NL, 22 m
Lunga galoppata di resistenza

4. 'O Zappatore
M3, 18 m
Rampa appoggiata lungo risalti rocciosi e terrazzini muschiosi spesso gelati.

5. Una Cornacchia non fa primavera
L1: M6+ 18 m, L2: M7+ 8 m, L3: M4+/5 18 m, L4: M3 55 m
Tecnica e continua, consigliabile.
L3 ATTENZIONE roccia poco solida e chiodatura scarsa da integrare con dadi o friend piccoli.
L4 rampa nevosa e passo di misto da proteggere con friend medio per uscire in cresta. S4 è da attrezzare in cresta.


6. Dry Pride
D6+/7, 20 m
Diedro fessurato tecnico e sostenuto.

7. Gassosa a iosa
D?, 10m
Placca tecnica e tetto atletico.

8. La XII notte

M8+, 18m
Due sezioni impegnative intervallate da un buon riposo.

9. Peppino Peppino
M7+, 18 m
Sezione centrale sostenuta ed aerea per uscire dal tetto.

10. Gelida Sinfonia
M8+/9, 20 m
Sequenza micidiale su diedro, tetto e placca strapiombante.


11. Regina di picche
D10+, 18 m
Tetto orizzontale con grandi allunghi

 

12. To climb in ciociaria 3.0
D9/+, 20m
Tetto atletico e ristabilimento delicato.

13. Bollito di Natale
D6+/7, 18 m
Boulder iniziale su pancia a buchi distanti e delicati.

14. Finché c'è dry c'è speranza
D6, 16 m
Fessura iniziale strapiombante, poi più facile.

15. Pampers baby dry
M4, 10 m
Passo iniziale un po fisico, poi facile.

16. Dry per poppanti
M3+, 10 m
Facile serie di placchette. Ultimo fix e catena in comune con la precedente. Dalla sosta si può uscire a destra sul ripiano e proseguire con L2 ed L3 di Gemelli diversi.

17. Gemelli diversi
M3, 15 m
Facile e didattica.

18. Balia Asciutta
M4+, 18m
Stretto canale tra roccia e ghiaccio di fusione. Sosta su blocco basso alla fine delle difficoltà.

19. E' arrivato l'arrotino
M4, 15 m
Muretto aggettante poi canale ghiacciato. Dall'ultimo fix si sale a destra per 5m fino alla sosta in comune con Ice Very Nice.

20. Ice Very Nice
M3 15 m
Passi di misto per entrare ed uscire dal canale ghiacciato. Dall'ultimo fix si sale dritti per 5 m fino in sosta.

21. Non solo Dry
M4+, 15m
Passi di misto intervallati da rampe nevose.

MATERIALE

Chiodatura: ottima a fix inox da 10mm; alcune soste hanno l'anello di calata chiuso.
Attrezzatura: Corda da 60m, 13 rinvii, casco. Su L3 ed L4 di “una cornacchia non fa primavera” è necessaria una minima dotazione di dadi e friend.

NOTE

Dry Pride 2018 - raduno di dry-tooling il 27-28/01/2018

La 3° edizione del Dry Pride vede l'evento in grande crescita sia come disponibilità di vie che come offerta organizzativa.  Quest'anno sarà madrina d'eccezione la fotonica Angelika Rainer, che la sera di sabato 27 sarà presso la sezione CAI di Frosinone per una proiezione conferenza e il 28 condividerà con noi la giornata di arrampicata.
Un grazie particolare va a Climberstore Roma, Ristoro Virgilio ed al CAI sezione di Frosinone senza i quali l'evento non sarebbe stato possibile


IL PROGRAMMA DRY PRIDE 2018
SABATO 27 Gennaio 2018
ORE 18:00 : video-proiezione di Angelika Rainer presso la sezione CAI di Frosinone
ORE 20:30 Cena presso trattoria Sellari (su prenotazione).

DOMENICA 28 Gennaio 2018
ORE 9:30 ritrovo presso Ristoro da Virgilio per colazione ed iscrizioni.
ORE 10:00 avvicinamento alla falesia di dry-tooling "Peschio Della Cornacchia",
inizio escursione per Monte Monna
ORE 16:30 Fine arrampicata - escursione e ritorno da Virgilio per merenda e saluti.

Condividi questo articolo

COMMENTI per l'itinerario "Peschio della Cornacchia"

Nessun commento per l'itinerario Peschio della Cornacchia

Scheda / itinerario
BELLEZZA

stella stella stella stella stella

VERSANTE

Nord-Ovest

LINK

www.svasa.it

VOTA / itinerario
VOTO MEDIO UTENTI:
stella stella stella stella stella
Aggiungi la tua valutazione
COMMENTA / itinerario

AREA PERSONALE

Inserite email e password scelte al momento della registrazione:

Username:

Password:


RICERCA cascate di ghiaccio

GRUPPO

Cima

Nome itinerario

Altri itinerari pubblicati
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Ice
  • Distensione
    Via sportiva molto bella, dalla linea logica, in ambiente su ...
    2017-09-14 / Michele Lucchini
  • All-in
    Francesco Salvaterra e Filippo Mosca 27 gennaio 2017, probab ...
    2017-02-02 / Francesco Salvaterra
  • Una via per te fatta in tre
    Prima ripetizione effettuata il 3/11. Da rettificare la diff ...
    2015-11-13 / maurizio piller%20hoffer
  • Via Hruschka
    Salita il 18 marzo 2015 con Alice, Federico e Stefano. Via v ...
    2015-03-20 / Giovanni Zaccaria